Il sogno della Luna! Day 2 World Championships 2019 Report di Lorenzo Lax

Il sogno della Luna! Day 2 World Championships 2019 Report di Lorenzo Lax

Ciao a tutti ragazzi, sono Lorenzo Lax, gioco VGC da settembre 2017, ma questa è stata la prima stagione seria che ho giocato.Se seguite la scena competitiva romana saprete benissimo che adoro l’archetipo Xernala (archetipo che ho giocato per tutta la stagione 2019) e per questo ho deciso di portarlo anche ai mondiali, sebbene in Ultra Series sia un archetipo di nicchia e io non mi trovi bene in quel metagame. A giugno, Marco Silva (@marc0fier0VGC), vinse il regionale di Jönköping con uno Xernala di cui mi sono innamorato subito, perciò feci delle spread al volo e iniziai a testarlo. Il team funzionava e mi piaceva, ma le spread che avevo fatto non erano ottimali; grazie all’aiuto di Francesco Pardini (@Alexis_Vgc), le perfezionai, fino ad arrivare a quelle che vedrete.

 

Il team

Link all’ETT

 

Xerneas
Xerneas @ Power Herb
Ability: Fairy Aura
Level: 50 EVs: 244 HP / 28 Def / 68 SpA / 100 SpD / 68 Spe
Modest Nature
IVs: 0 Atk
– Moonblast
– Dazzling Gleam
– Geomancy
– Protect

Ho deciso di giocare uno Xerneas lento e molto bulky, poiché non mi aspettavo di trovare Primal Kyogre molto veloci; la mia impressione si è rivelata corretta ed infatti non ho beccato un solo Kyogre veloce. I 68 EV in Speed servono per essere più veloci della maggior parte degli altri Xerneas bulky, i quali si giocano spesso con 60 EV in speed. Dal lato difensivo, avevo una probabilità molto bassa di subire un 2HKO da Moonblast di Xerneas Timid 252 e da Precipice Blades di Groudon Adamant 116.

Lunala

Lunala @ Lunalium Z  
Ability: Shadow Shield  
Level: 50  
EVs: 4 HP / 252 SpA / 252 Spe  
Timid Nature  
IVs: 0 Atk  
– Moongeist Beam  
– Wide Guard  
– Tailwind  
– Psyshock 

Niente da dire su Lunala, spread basilare, ma va bene così. Ho scelto di giocare Psyshock per colpire soprattutto i Nihilego che sono sempre fastidiosi, anche se alla fine ne ho beccato solamente uno. La mossa che però mi ha davvero sorpreso sia in fase di testing che ai Worlds è Wide Guard, sebbene sia molto standard, questa mossa è in grado di far guadagnare un momentum incredibile contro Rayogre e vari team con Groudon, ad esempio da la possibilità di far entrare o far uscire tramite U-Turn Incineroar di fronte ai due Primal senza subire grossi danni. Nel caso in cui il Kyogre avversario decida di mandare KO il mio Incineroar con Scald, posso far entrare comunque un Pokémon più utile in quella situazione, come Kangaskhan o Xerneas.

Kangaskhan Mega
Kangaskhan-Mega @ Kangaskhanite  
Ability: Scrappy  
Level: 50  
EVs: 4 HP / 252 Atk / 252 Spe  
Jolly Nature  
– Fake Out  
– Double-Edge  
– Bite 
– Low Kick

Il classico Kangaskhan, sempre lui, sempre forte, anche con il nerf a Parental Bond.Ha un’ottima sinergia in lead con entrambi i restricted, dando la possibilità di fare un vasto numero di giocate, anche molto diverse tra loro. Poi diciamolo, Bite è assolutamente sbagliata; 51% di flinch, basta prenderlo in un turno sul Pokémon giusto per ribaltare completamente una partita. Low Kick mossa assolutamente indispensabile in questo Xernala, che senza avrebbe serissime difficoltà contro tutti i team con Stakataka. 

Incineroar
Incineroar @ Figy Berry  
Ability: Intimidate  
Level: 50  
EVs: 236 HP / 12 Atk / 4 Def / 244 SpD / 12 Spe  
Careful Nature  
– Fake Out  
– U-turn  
– Flare Blitz  
– Throat Chop  

Non che ci sia tanto da dire su Incineroar, questo Pokémon dà solidità in qualsiasi team. L’accesso a Throat Chop permette di fermare mosse fastidiose come Roar o Snarl, oltre a fare chip damage sotto Trick Room, che in late game possono essere utili per mandare i Pokémon in range della Z di Lunala o di Moonblast a +2.

Tapu Fini
Tapu Fini @ Wiki Berry  
Ability: Misty Surge  
Level: 50  
EVs: 244 HP / 164 Def / 100 SpD  
Bold Nature  
IVs: 0 Atk  
– Heal Pulse  
– Haze  
– Light Screen  
– Icy Wind  

Vedendo che lo portavo di più nei matchup contro Amoonguss in Trick Room e  contro Xray, ho scelto di giocare un Tapu Fini molto bulky dal lato della difesa fisica; con questa distribuzione di EV ha il 3,1% di prendere 2HKO da spade di Groudon 252 Adamant; sommando la percentuale bassa alla probabilità di colpire entrambe le Precipice Blades ed il fatto come pochi Groudon erano così investiti, avevo praticamente la certezza di non andare KO dopo il secondo attacco. Light Screen compensa la “bassa” difesa speciale di questo Fini andandolo a rendere molto più utile contro i team con Xerneas; non mi sono mai ritrovato in situazioni in cui non l’ho potuto piazzare.

Crobat
Crobat @ Mental Herb  
Ability: Inner Focus  
Level: 50  
EVs: 252 HP / 4 SpD / 252 Spe  
Timid Nature  
IVs: 0 Atk  
– Super Fang  
– Taunt  
– Haze  
– Tailwind

Questo Pokémon è come il Molise, non esiste. Non l’ho mai portato in tutto il torneo, è come se avessi giocato il mondiale con solamente 5 Pokémon in squadra. Intendevo usare questo Crobat per rubare il primo game contro Kanga Tornadus, grazie alla Mental Herb, in modo da mettere pressione all’avversario e giocarmi il secondo game con Lunala Kangaskhan, ma non ho affrontato nessun Kanga Tornadus in tutto il torneo. Non mi lamento più di tanto di non aver giocato contro nessuno con quella tipologia di team, ma il risultato è stato non aver mai portato Crobat.

 

Rundown del torneo:

Day 1

Round 1: Kohei Sakurai (JPN) WLW      

Guardo la preview e impallidisco, doppio Steel è uno dei matchup che odio di più, dato che in questo caso avevo solo Kangaskhan per gestirli un po’. Il primo game me lo gioco tirando giù Rayquaza al primo turno e azzeccando lo slot in cui Stakataka avrebbe usato la Z roccia, facendo entrare Incineroar dall’altra parte. A quel punto ho gestito tranquillamente la partita grazie al momentum accumulato. 
G2 cambio lead, aspettandomi un cambio di lead dell’avversario che non arriva, e mi ritrovo in una posizione pessima fin dall’inizio. Kohei riesce a settare Trick Room + Swords Dance e poi fa entrare Stakataka, non potevo fare niente. 
G3 lo vinco al turno 1: mi aspetto uno switch in Stakataka + Protect di Dialga e decido di leggerlo facendo Low Kick + Moonblast tutto su Rayquaza; come previsto in quello slot entra Stakataka che va KO. Per chiudere la partita ho dovuto semplicemente fare attenzione a non buttarla per non far recuperare il mio avversario. 
1-0, il mondiale inizia bene!

 

Round 2: Giacomo Bovolenta (ITA) WW      

Bene, iniziamo già con gli italiani! La prima cosa che mi dice quando si siede al tavolo è: “tra tutti proprio tu?”. In preview vedo che potevo gestire tranquillamente la partita o con Lunala Kangaskhan o con Xerneas Kangaskhan e opto per quest’ultima. Riesco a settare Geomancy turno 1 grazie al fatto che giocasse Kyogre lento, e dato che non aveva portato Ferrothorn, dovevo solo spargere danni in giro per vincere questa partita.
Il G2 riparto Xerneas Kangaskhan, lui parte Tornadus Incineroar. Come di consueto faccio Fake Out su Tornadus e Geomancy, aspettandomi che ci scambiassimo i Fake Out, lui però fa U-Turn ed entra con Kyogre lasciandomi boostare Xerneas senza subire danni. A quel punto la situazione è identica a prima, avevo troppa presenza offensiva perché lui ne potesse uscire. GG Giachy! 
2-0, bene così! 

 

Round 3: Christian Ramirez (MEX) WW  

Questo aveva tutte le potenzialità per aprirmi come una scatoletta di tonno! Fortunatamente per me, aveva Metagross più lento del mio Kangaskhan e del mio Lunala anche da Mega, quindi la partita è andata giù piuttosto liscia in tutti e 2 i game. L’ho giocata alla stessa maniera in entrambi le volte, lead Kangaskhan Xerneas per tirare giù Yveltal il prima possibile, per poi dilagare con Lunala. Se avesse avuto Metagross Jolly 252 o comunque più veloce di 167, la partita sarebbe stata molto più complicata, ma ancora una volta non mi lamento. 
3-0, ancora 4.

 

Round 4: Hiroyuki Morita (JPN) LWL Dawn Wings     

Ma che cosa vuole fare questo? È esattamente il pensiero che mi è passato in mente in team preview, provo a leaddare Kanga Lunala con dietro Incineroar e Xerneas. G1 purtroppo azzecca la slot dove faccio entrare Incineroar andando a tirarci la Z Roccia che me lo shotta e la partita sostanzialmente si chiude lì, ok, va bene.
G2 provo a portare Tapu Fini invece che Incineroar e la scelta si rivela corretta: lui infatti decide di portare Necrozma e non Incineroar, così tiro giù subito Stakataka e porto la partita a G3.
A G3 tiro giù Stakataka e Amoonguss, e mi ritrovo fuori dalla trick room con Lunala senza scudo e Kanga a – 2 al 30%, dietro Xerneas full, contro Necrozma Dawn Wings e Incineroar. Mi sento abbastanza sicuro della mia situazione ma purtroppo questo ragazzo aveva Necrozma Dawn Wings con l’Ultranecrozium Timid con trick room, scelta che personalmente non condivido, e mi manda KO Lunala mentre Incineroar fa fuori Kanga. A quel punto decido di forfeittare la partita perché il mio avversario aveva ancora la Z disponibile e non potevo vincere in nessun modo. 
3-1, prima sconfitta ma sono ancora in corsa. 

 

Round 5: Rodrigo Urena (PA) WW     

Finalmente uno Xerneas e sarà anche l’unico che affronterò per tutto il day 1. Non ricordo molto di questa partita se non che Tapu Fini ha fatto quello che sa fare meglio, grazie ad Icy Wind e Light screen sono stato in costante vantaggio in entrambi i game. Dovevo solo gestire Celesteela isolandolo per poi chuderla con Incineroar. 
4-1, mi sono ripreso da prima. 

 

Round 6: Chen Wu (TW) WW    

Di questa partita mi ricordo solo che sono stato aiutato da un doppio miss di Origin Pulse a game 2, che alla fine si è rivelato anche abbastanza inutile dato che ero già in buon vantaggio. A G1 non porta Kartana, e vinco con facilià; a G2 lo porta, ma forse lo mette in campo troppo tardi, quando oramai ho già acquisito un field control molto buono e mi basta non fargli mettere Tailwind. 
5-1, un po’ aiutato dalla fortuna, ma ancora 2. 

 

Round 7: Aaron Traylor (US) WW  

Eccolo qua! Il team che ha terrorizzato tutti nel day 1. Alla fine però si è rivelato abbastanza semplice come matchup.
Kanga Xerneas hanno gestito bene entrambi i game in lead, eliminando subito Stakataka a G1 che mi ha dato un vantaggio sufficiente per chiudere il game grazie al solo setup di Xerneas.
G2 è stato leggermente più complicato, ma con un gioco di switch tra Incineroar e Kanga riesco a mandare KO Stakataka alla fine della Trick Room, a quel punto vinco la partita cliccando solo le stab. La cosa più divertente è che all’ultimo turno uso sul suo Lunala la Z del mio Lunala e vedo la Kasib Berry, ormai avevo vinto ma è sempre utile avere un’informazione di questo genere, soprattutto perché poi Aaron Passerà al day 2.
6-1, solo una vittoria da fare e 2 rimanenti. 

 

Round 8: Shu Nakajima WLL   

Questa partita è stata l’ esatta definizione di tilt: non mi ricordo bene G1 e G2, ma il G3 mi è rimasto impresso in testa. Riesco a portarmi in vantaggio eliminando subito Dusk Mane, ma mi dimentico che i Rayquaza baccona solitamente non proteggono, perciò mi lascio sweepare da Rayquaza andato a +1 di attacco grazie a Swords Dance pensando che proteggesse di fronte ad un Moongeist Beam che lo avrebbe tirato giù. Colpa mia che non lo attacco, a quel punto mi demoralizzo.
6-2, tutto nell’ ultimo round. 

 

Round 9: Cedric DeRouchie (US) WLW

Su questa partita ho un aneddoto divertente: Sam Pandelis (@ZeldaVGC), prima di andare al tavolo, mi dice che conosce i set del mio avversario e me li avrebbe dati. All’inzio non avevo capito che mi voleva dare i set, poi capisco e ascolto con attenzione. Questo Round l’ho giocato in side streaming ma purtroppo nessuno lo ha registrato.
G1 parto Kangaskhan Xerneas contro Stakataka Yveltal, tiro subito giù Stakataka con Low Kick e setuppo Xerneas; partita in discesa e rimane solo da gestire Groudon.
G2 io riparto Xerneas Kanga, lui parte Gengar Hitmontop; non ricordo precisamente come è andata la partita, so solo che non sono riuscito a tirare giù Yveltal prima che mettesse Groudon in condizioni di fare Swords Dance e di aprirmi a forza di spade.
Nel G3 manteniamo le stesse lead, al terzo turno accade ciò che alla fine mi porterà alla vittoria: ero sotto Tailwind Lunala full vita e kanga a – 1 a circa 70%, lui ha Gengar dietro Sub e Yveltal a circa 65%, immaginando Gengar protegga sparo Sdoppiatore più Z di Lunala tutto su Yveltal che non regge e ciò mi mette in un’ottima posizione. A quel punto tiro giù Gengar e Hitmontop, isolo Groudon e lo porto in range di Moonblast a +2.
7-2 e qualificazione al day 2 centrata! Una volta terminato l’ hack check, raggiungo gli italiani che avevano visto il match sulla tv del side stream, Federico Camporesi, uno dei creatori del team insieme a marcofiero, mi corre incontro e mi dice che ad Yveltal avversario non è partita la baccona per 1 HP. Sti cavoli, non sappiamo se era roll o no, ma anche se lo fosse, il gioco ha deciso così. 

 

Day 2

 

Round 1: Yuuta Nakajima (JPN) WW

Questa bo3 è andata giù liscia come l’olio, Tapu Fini ha svolto egregiamente il suo lavoro, ovvero mantenere il controllo del campo e della velocità. Setuppo il mio Xerneas prima del suo in entrambi i game e vinco agilmente. 1-0.

 

Round 2: Melvin Keh (SG) WLL  

Appena visti i pairings non ero per niente contento dell’avversario che avrei dovuto affrontare, il motivo? Shedinja.
G1 lo vinco solo perché non me lo porta. G2 e G3 mi outplaya, e si ritrova nella condizione di avere Groudon e Shedinja insieme in campo, con il mio Lunala in range di Shadow Sneak. GG Melvin, davvero molto bravo. 1-1.

 

Round 3: Shin Hyung Woo (KR) WW

Come contro tutti gli altri team con Stakataka, leaddo in tutti e 2 i game Kanga Xerneas, bastano loro due per gestire il game se ci si riesce a posizionare bene e fare i giusti switch. Anche in caso dovesse entrare Incineroar di fianco a Stakataka per intimidire, sappiate che nessuno Stakataka regge Low Kick a -1 + Moonblast a +0 di Xerneas. Una volta tirato giù Stakataka, la partita si vince con estrema facilità. 2-1.

 

Round 4: Zheyuan Huang (US) WLL

Non avevo la più pallida idea di come giocare questo match, alla fine opto per Kanga Xerneas.
Vinco G1 perché prendo un flinch di Bite decisivo sul Groudon che altrimenti avrebbe fatto Roar sul mio Xerneas settato.
G2 gioca molto meglio di me e il suo Xerneas Timid mi frega.
G3 parto Xerneas + Lunala e lui Groudon Koko e purtroppo accade l’inevitabile che mi fa perdere al turno 1: il suo Tapu Koko con Discharge paralizza il mio Xerneas. Riesco a setuppare, ma la partita è comunque finita, dato che Koko è più veloce di Xerneas paralizzato e me lo manda KO con Twinckle Tackle.
2-2, un’altra sconfitta e sarei stato eliminato dal day 2.

 

Round 5: Nick Navarre (US) WW

Non ricordo bene questo match, perdonatemi. 3-2.

 

Round 6: Westley Long (US) WW

Stesso team e identici set di DeRouchie, stavolta però ho vinto più tranquillamente, posizionando Xerneas settato di fianco a Lunala a G1, mentre a G2 tirando giù Stakataka nei primi turni di partita. 4-2.

 

Round 7: Gabriel Agati (BR) LWL

Ma proprio lui dovevo prendere? Oltre al fatto che il matchup era dalla sua parte, per via di Ditto Scarf, era pure up-pair; lui era 5-1, già in top cut e sapevo che non me la avrebbe concessa, perciò dovevo giocarmi il tutto per tutto. G1 dal momento che il suo Ditto era Scarf, riesce a vincere l’1 vs 1 Ditto vs Incineroar. G2 riesco a vincere io tirandomi fuori da una situazione critica grazie a Wide Guard Lunala e a mandare KO il suo Xerneas con Incineroar. G3 prende un crit di Psyshock in switch in sul mio Kanga che condiziona il mio gameplan. Ho avuto un po’ di sfortuna ma riconosco che Gabriel abbia giocato davvero meglio di me, GG Gabriel!
4-3, la fine di un sogno. 

 

Conclusioni:

Ero molto dispiaciuto all’inizio per l’ultima sconfitta ma poi mi sono rallegrato stando in compagnia degli altri ragazzi italiani alla venue. Al mio primo mondiale e secondo major event, partendo da perfetto sconosciuto, nessuno si aspettava che avrei fatto questo percorso. Spero che questo report possa servire a convincere molte persone che con l’impegno e la dedizione si può arrivare a fare risultati sempre migliori. Ho tantissime persone da ringraziare:

Marco Silva e Federico Camporesi, per aver creato un bellissimo team. 
Shai Rabà e Enrico Mostallino, per aver continuamente supportato me e tutti gli altri italiani raccogliendo informazioni e dati sugli avversari. 
Edoardo Giunipero Ferraris per avermi sempre mantenuto il morale alto.
Sam Pandelis per avermi sostenuto nell’ultimo round del day 1.
Tutti gli italiani presenti ai Worlds che mi hanno seguito e supportato.
E ovviamente anche chi seguendo da casa ha creduto in me!

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento