No Xerneas No Life – EUIC Second Place Team Report

No Xerneas No Life – EUIC Second Place Team Report

Ciao a tutti, sono Davide Carrer e questo è il report del mio team per l’Internazionale di Berlino, con cui ho raggiunto un’inattesa finale (mi scuso ancora col buon Giorgio Orlandi per avergli sconsigliato di draftarmi per il FantaBerlino).

Breve introduzione su di me: ho iniziato a giocare VGC dopo aver seguito la finale dei mondiali del 2016. Ero in procinto di compiere 23 anni, un’età abbastanza insolita per iniziare. Dopo quattro mesi ho ottenuto un secondo posto al mio primo regionale (Lipsia 2017); dopo poco più di un anno ho fatto top 8 al mio primo internazionale (Londra 2017) e ora, a due anni e mezzo dai miei esordi, sono riuscito a superarmi con il secondo posto di Berlino e i miei primi due paid trip conquistati in un colpo solo (Internazionale di Columbus a giugno e mondiali). Nel mezzo, due qualificazioni al Day 2 dei mondiali, entrambe le volte passando dal Day 1, senza però brillare.

La Preparazione:

Ho deciso di affidarmi completamente a “Xerndon” dopo averlo giocato quasi per caso alla Zelda Challenge ed essere rimasto in gara fino all’ultimo round della swiss. Avevo messo Ditto il giorno prima senza pensarci troppo su, ogni tanto lo portavo e faceva il suo.

Mi ha colpito il fatto che ogni singola sconfitta sia stata causata da errori in fase di costruzione del team e che, quindi, avrei potuto evitare in futuro: ho perso un mirror perché non avevo Tapu Fini, ho perso da Bronzong perché non avevo la Z su Incineroar e infine da un Rayogre Koko Metagross perché non avevo Togedemaru, presente nella versione che stava testando Simone Sanvito.

Da lì, io e il mio socio Leonardo Bonanomi (quest’anno stiamo quasi sempre portando gli stessi team) abbiamo iniziato a sentire Simone un po’ più di frequente, in vista di Berlino. Scambi di opinioni, ladderate su Showdown, ma soprattutto numerose Bo3 tra di noi per capire come battere il team del celebre DaniHotaku (per chi non lo conoscesse, Rayquaza Lunala Purugly Ditto), cosa che poi si è rivelata utile perché Leonardo l’ha davvero affrontato all’Internazionale. Alla fine siamo giunti alla conclusione che le nostre migliori possibilità risiedevano nel tenere da parte Xerneas per ultimo, in modo da non farselo copiare da Ditto, e sfruttare il turno in cui Purugly avrebbe dovuto ricaricarsi dopo il Giga Impact.

Una volta risolto il pericolo principale, restavano da risolvere le grane Rayogre e Yvelogre. Togedemaru andava anche bene nelle versioni con Crobat, ma un po’ meno se c’era Gengar, contro cui non faceva molto, a parte Fake Out e U-Turn. Alle due Premier Challenge di Milano pre-Berlino ho giocato Amoonguss Sash Timid, vincendone una e “bubblando” l’altra. Qualche giorno dopo, ad un torneo non ufficiale, ho provato Smeargle e lì mi sono reso conto che la situazione contro Gengar Incineroar Bronzong Kyogre era drammatica.

Nel frattempo, il giapponese Oisiihati stava testando con successo Kartana Z-Lotta per risolvere questi match-up. Successo poi confermato da Alekso Letexier , che era a sua volta in contatto con Simone, favorendo così il knowledge sharing dal Giappone fino all’Italia. E in effetti pure da quello che avevo provato io sembrava funzionare, ma nutrivo qualche dubbio sulla sua efficacia in bo3 o comunque contro chi era già a conosceva del set.

Il Team:

Ora descriverò uno ad uno i membri del team, infilando qua e là alcune spiegazioni riguardo i principali match-up.

Xerneas
Xern (Xerneas) @ Power Herb   Ability: Fairy Aura   Level: 50   EVs: 236 HP / 140 Def / 4 SpA / 100 SpD / 28 Spe   Modest Nature   IVs: 0 Atk   – Moonblast   – Dazzling Gleam   – Geomancy   – Protect

Simply the best. Mi sono divertito molto con Lugia nella Moon Series (da cui lo stesso Flavio Del Pidio aveva perso allo special di Bolzano), ottenendo anche discreto successo, ma guai a farsi influenzare dai metagame passati: fin dall’inizio della Ultra ho puntato forte su Xerneas, accompagnato da Rayquaza, Lunala o Groudon. Quando invece volevo provare un team privo di Xerneas, i 1300 su Showdown diventavano un ostacolo insormontabile (anche se, effettivamente, tutti i team privi di Xerneas che ho giocato erano indecenti). Per quelle poche volte in cui l’ho giocato durante la Sun e la Moon Series, ero un fermo sostenitore dello Xerneas veloce, utile perché setuppa prima di essere attaccato dagli altri Uber. Adesso che c’è un Mega-Rayquaza in più, cambia tutto: a nulla serve la speed se, dopo un Dragon Ascent, ti ritrovi in range di un Extreme Speed. Essere più veloci di Salamence dopo un Icy Wind non sarebbe una cattiva idea (servirebbero almeno 60 evs in speed) ma ho preferito dare la priorità ai calcoli difensivi. In particolare, la difesa speciale si rivela fondamentale per reggere Fake Out + la Z di Necrozma in campo psichico col Light Screen (mi riferisco ad uno scenario del tipo lead Incineroar Necrozma, Fake Out + Protect e poi switch in di Tapu Lele + mossa Z), plan suggeritomi da Alekso.

Calcoli Difensivi
252+ Atk Choice Band Mega Rayquaza Dragon Ascent vs. 236 HP / 140 Def Xerneas: 195-229 (84.4 – 99.1%) — guaranteed 2HKO 252+ Atk Primal Groudon Precipice Blades vs. 236 HP / 140 Def Xerneas: 97-115 (41.9 – 49.7%) — guaranteed 3HKO 252 SpA Ultra Necrozma Light That Burns the Sky vs. 236 HP / 100 SpD Xerneas in Psychic Terrain through Light Screen: 188-222 (81.3 – 96.1%) — guaranteed 2HKO
Calcoli Offensivi
252 SpA Fairy Aura Xerneas Moonblast vs. 236 HP / 100 SpD Fairy Aura Xerneas: 100-118 (43.2 – 51%) — 4.7% chance to 2HKO 4+ SpA Fairy Aura Xerneas Moonblast vs. 4 HP / 0 SpD Fairy Aura Xerneas: 102-120 (50.4 – 59.4%) — guaranteed 2HKO
Groudon
Don (Groudon-Primal) @ Red Orb   Ability: Desolate Land   Level: 50   EVs: 12 HP / 4 Def / 236 SpA / 4 SpD / 252 Spe   Timid Nature   IVs: 0 Atk   – Eruption   – Earth Power   – Roar   – Protect

Direttamente dal Giappone, questo set di Groudon interamente speciale sfrutta al massimo la mossa migliore nel suo repertorio che, ovviamente, è Eruption e non Precipice Blades. Roar è molto forte, tanto che era presente in ben tre dei Groudon in top 8 a Berlino. Non ho giocato molto il VGC16, ma immagino che non fosse così comune a quei tempi per via della popolarità di Smeargle che, tra Follow Me e Dark Void, non lasciava molte occasioni per fare Roar sugli Xerneas. Mi sono trovato bene a essere il più veloce possibile, perché è importante attaccare prima degli altri Primal e della maggior parte degli Uber non timid/jolly; permette di giocare con più sicurezza. Parto sempre con l’assunzione di attaccare prima degli altri Groudon, se poi questo non dovesse accadere per una tie persa, agirò di conseguenza.

Calcoli Difensivi
252+ SpA Primal Kyogre Ice Beam vs. 12 HP / 4 SpD Primal Groudon: 78-92 (44 – 51.9%) — 14.1% chance to 2HKO
Salamence
Mence (Salamence) @ Salamencite   Ability: Intimidate   Level: 50   EVs: 4 HP / 156 Atk / 92 SpA / 4 SpD / 252 Spe   Hasty Nature   – Double-Edge   – Hyper Voice   – Tailwind   – Protect

Così come ero solito scorrere più e più volte la lista di Pokémon con Intimidate utilizzabili in VGC17, cercando invano alternative ad Arcanine, lo stesso ho fatto quest’anno con le Mega Evoluzioni. Un team con Xerneas, Groudon ed Incineroar ha assolutamente bisogno di qualcosa che sia buono contro i Groudon avversari e avendo ancora libero lo slot della Mega, Salamence è la scelta migliore a disposizione. Importante anche per avere modo di fare ingenti danni fisici su bersagli come Tapu Fini, essendo entrambi gli Uber attaccanti speciali. Mosse provate al posto di Protect o Hyper Voice: Draco Meteor, Roar, Hidden Power Fighting (per Stakataka).

Calcoli Difensivi
252 SpA Fairy Aura Xerneas Dazzling Gleam vs. 4 HP / 4 SpD Mega Salamence: 146-174 (85.3 – 101.7%) — 6.3% chance to OHKO
Calcoli Offensivi
156 Atk Aerilate Mega Salamence Double-Edge vs. 252 HP / 140 Def Xerneas: 114-135 (48.9 – 57.9%) — 96.1% chance to 2HKO 92 SpA Aerilate Mega Salamence Hyper Voice vs. 252 HP / 4 SpD Mega Gengar: 60-72 (35.9 – 43.1%) — 87.1% chance to 2HKO (after a Substitute)
Sprxym591.gif
Incineroar
Inci (Incineroar) @ Incinium Z   Ability: Intimidate   Level: 50   EVs: 236 HP / 124 Atk / 4 Def / 116 SpD / 28 Spe   Adamant Nature   – Low Kick   – Darkest Lariat   – U-turn   – Fake Out  

Questo Incineroar è la pura essenza del “counterare i propri counter”. Non ho mai sofferto la mancanza di Flare Blitz, ma non so se avrei mai pensato di rinunciarci, senza il suggerimento di Sanvito. Più che per i tipi Erba, Flare Blitz servirebbe per fare qualche danno a Xerneas ma, in ogni caso, questo team non è fatto per vincere la mirror lead Incineroar Xerneas visto che quest’ultimo è quasi sempre più lento di quello avversario. Può comunque capitare di portare Incineroar contro Xerneas avversari (insieme a Fini e gli Uber contro Xernala, con Salamence/Fini e gli Uber contro X-Ray). La mossa Z e Low Kick battono Bronzong e Stakataka, facilitando enormemente il lavoro di Xerneas. U-Turn è senza dubbio la mossa migliore di Incineroar, Fake Out serve solo per condizionare psicologicamente l’avversario, a parte quando si usa per ottenere un vantaggio importante del tipo Fake Out + Geomancy oppure Tailwind. Per quanto riguarda la spread, si può essere liberi di variare, ma non consiglio una natura non adamant, perché è importante fare danni a -1 (ad esempio, per tirare giù uno Stakataka con Moonblast a +2 e Low Kick a -1). Un po’ più di speed farebbe comodo in certe situazioni (come outspeedare Metagross in Tailwind), ma mi piaceva l’idea di fare U-Turn prima dei Primal in Trick Room.

Calcoli Difensivi
60+ SpA Primal Kyogre Origin Pulse vs. 236 HP / 116 SpD Incineroar: 168-200 (84 – 100%) — 6.3% chance to OHKO 252 SpA Primal Groudon Earth Power vs. 236 HP / 116 SpD Incineroar: 164-194 (82 – 97%) — guaranteed 2HKO
Calcoli Offensivi
124+ Atk Incineroar Low Kick (120 BP) vs. 252 HP / 0 Def Stakataka: 132-156 (78.5 – 92.8%) — guaranteed 2HKO -1 124+ Atk Incineroar Malicious Moonsault vs. 4 HP / 0 Def Shadow Shield Lunala: 204-242 (95.7 – 113.6%) — 75% chance to OHKO
Sprxym591.gif
Tapu Fini
Fini (Tapu Fini) @ Wiki Berry   Ability: Misty Surge   Level: 50   EVs: 244 HP / 12 Def / 252 SpD   Sassy Nature   IVs: 0 Atk / 0 Spe   – Icy Wind   – Heal Pulse   – Haze   – Light Screen

Tapu Fini è un ottimo Pokémon per una serie di ragioni che probabilmente già sapete; diventa un elemento irrinunciabile nello Xerndon per gestire i mirror e psychic spam; un buon quartetto contro entrambi è Fini Salamence Xerneas Groudon (Fini sempre in lead, insieme a Groudon nel primo caso e Xerneas nel secondo). Ho provato a lungo un set veloce con Taunt, che era molto utile nei mirror, ma che spesso non reggeva Fake Out + Moonblast a +2. Alla scelta delle mosse va dedicata molta cura: su Icy Wind non si discute; su Haze nemmeno, per gestire Xerneas con un team privo di mosse Acciaio e Veleno; Light Screen ha preso il posto di Taunt per fare la differenza nei due match-up sopra citati; infine, una mossa tra Heal Pulse e Nature’s Madness per non essere mai un peso morto in campo. Da non sottovalutare l’importanza di Heal Pulse contro Shedinja: permette di stallarlo fino a che non esaurisce i PP, ma non ho mai provato su DS quanto rapidi sia necessario essere nel selezionare le mosse. Essere min speed offre numerosi vantaggi, come poter fare Heal Pulse prima degli attacchi dei Primal in Trick Room e dopo lo U-Turn del proprio Incineroar, per un ingresso sicuro del target designato, oppure Icy Wind dopo lo U-Turn dell’Incineroar avversario. Nota sulla bacca: la Sitrus è sicuramente una scelta migliore, perché un giocatore attento riuscirà quasi sempre ad impedire l’attivazione della baccona.

Calcoli Difensivi
+2 252+ SpA Fairy Aura Xerneas Moonblast vs. 244 HP / 252+ SpD Tapu Fini: 144-169 (81.8 – 96%) — guaranteed 2HKO
Sprxym591.gif
Amoonguss
Guss (Amoonguss) @ Mental Herb   Ability: Regenerator   Level: 50   EVs: 12 HP / 244 SpD / 252 Spe   Timid Nature   IVs: 0 Atk   – Spore   – Rage Powder   – Grass Knot   – Protect

I cinque Pokémon descritti sopra formano una core ben nota, ma che, come già accennato, ha assoluto bisogno di un sesto membro in grado di occuparsi dei Rayogre e Yvelogre con Gengar e/o Crobat. Finché non ci sarà un boom di Safety Goggles/Lum Berry Bronzong e Crobat o di Safeguard, sono convinto che questo Amoonguss sia la soluzione migliore (a meno di ulteriori modifiche al team, ma quello è un altro discorso). Solitamente lo porto insieme a Xerneas, Groudon e ad uno tra Incineroar e Salamence, ma in certe situazioni potrebbe convenire lasciare a casa uno dei due Uber. Decisivo in questo frangente il parere di Bonanomi perché, fino al giorno prima del torneo, ero stato abbastanza convinto da Kartana Z-Lotta, mentre lui no. È vero che contro Koko + Crobat non si è liberi di sporare chiunque si voglia, ma intanto si può addormentare Crobat, e poi l’avversario deve giocare l’intero game con un Pokémon in meno, talmente è inutile Koko, al di là dell’Electric Terrain. Clear Smog non serve, dato che battere Xerneas non è lo scopo di questo Amoonguss; dopo Harrogate e Cannes, Berlino è stato il terzo torneo quest’anno in cui io e Bonanomi abbiamo giocato il fungo senza mosse Veleno (nei primi due avevamo After You anziché Protect). L’idea di giocarlo Timid con praticamente max difesa speciale viene da un report giapponese, quindi ringrazio il paese del Sol Levante per aver offerto nuovamente spunti interessanti.

Calcoli Difensivi
-1 4 Atk Incineroar Flare Blitz vs. 12 HP / 0 Def Amoonguss: 134-162 (70.1 – 84.8%) — guaranteed 2HKO 4+ SpA Primal Kyogre Ice Beam vs. 12 HP / 244 SpD Amoonguss: 114-136 (59.6 – 71.2%) — guaranteed 2HKO

Il Day 1:

Round 1 – Patrick Schlenz 

Ho perso un game da mono-Uber Zekrom (Assault Vest con Rock Slide) e Landorus-I con la Z-Veleno per un crit, ma rimane pur sempre umiliante.

Round 2 – Federica Rinello 

La mia avversaria mi ha confessato di non aver fatto nemmeno una partita nei due mesi precedenti.

Round 3 – Marco Silva 

Un ottimo giocatore, che poi ha concluso in top 32, e un matchup non semplice (Xerndon con Kangaskhan e Tornadus) causano la mia prima sconfitta.

Round 4 – Eoin Galavan 

Ero sull’orlo del baratro contro un Rayogre con Purugly Z-Normale; non so come, ma sono riuscito a rimontare lo svantaggio iniziale.

Round 5 – Luca Ceribelli 

La spread di Fini si è rivelata utile per reggere la Z-Veleno di Salazzle.

Round 6 – Tim Sudermann 

Perso il G1, il G2 ha del comico: un miss di Precipice Blades indirizza a mio favore una partita persa, che però viene ribaltata da una sua doppia Protect e infine ribaltata per una terza volta da un crit del mio Xerneas su quello avversario. Ben conscio di aver perso solo per sfortuna, ero certo non avrebbe cambiato plan per il G3. Perciò porto per la prima volta in tutto il torneo Amoonguss e la rubo grazie alla Mental Herb per aggirare il Taunt di Gengar, e anche grazie al fatto che sotto Tailwind era più veloce del resto del suo team.

Round 7 – Ashton Cox 

Vinco meritatamente il G1, critto al momento giusto nel G2.

Round 8 – Miguel Pedraza Caballero 

L’unico Rayogre da cui ho perso a Berlino, grazie ad un provvidenziale congelamento su Amoonguss al turno 1 del G1. Vinco facilmente il G2, poi G3 mi trovo in una situazione in cui l’avversario avrebbe vinto semplicemente attaccando con entrambi i Pokémon in campo (Kyogre Stakataka vs Inci Xerneas), ma non lo fa e io non copro quella giocata, con Stakataka che regge Dazzling Gleam a +2 + Low Kick a -1. Mi mangio le mani, perché persa per persa avrei dovuto fare Moonblast e sperare nel misplay. Aver perso il G1 in quel modo ha pesato parecchio, perché non mi ha dato la possibilità di counterare il plan del mio avversario in risposta al mio game vinto. Il day 2 era ad un passo e me lo sono lasciato sfuggire.

Round 9 – Alejandro Tercero Rold 

Classica team preview da brividi. Perdo il G1 per un flinch di Rock Slide a -2 di Terrakion ad impedire Geomancy e farmi prendere un Water Spout a piena potenza. Vinco G2 contro la modalità Bronzong Z-Trick Room Hypnosis facendo i salti mortali, non avendo portato né Tapu Fini né Amoonguss, e grazie al non aver preso tre turni di sleep. In maniera analoga riesco a strappare il G3, stavolta evitando una blind Hypnosis cruciale.

Il Day 2:

Non ho problemi ad ammettere che ho superato il Day 1 grazie ad un mix di fortuna nei pairings e in game. Ho realizzato che la linea che separa un 7-2 da un 6-3 è molto sottile, come nel caso di Bonanomi: anche lui avrebbe sicuramente meritato di fare Day 2 (giocava il mio stesso team) e, invece, ha concluso 6-3 dopo una swiss molto più difficile della mia. Mi sento però di aver giocato divinamente il Day 2.

Round 10 – Serkan Tas  

Prima dei pairings, un preveggente Luca Lussignoli mi aveva avvertito del fatto che avevo autoloss dal team di Serkan Tas. Sono invece riuscito a vincere, ma non senza sudare: siamo arrivati al G3, io con Amoonguss e Incineroar full contro il suo Kyogre al 35%, Crobat full e Rayquaza full dietro. Redirecto lo Scald e shotto Kyogre; Rayquaza, essendo Band, non poteva fare altro che finire Amoonguss per poi perire dalla Z di Inci; infine, Crobat non prende il KO con due Super Fang + U-Turn, quindi la chiudo io con tre Darkest Lariat.

Round 11 – Jamie Boyt  

Prima di Berlino, il mio bilancio contro Jamie era 0-3 (perdendo da meraviglie come Z-Volante Koko su Mirror Move, Latios Scarf e Serperior Salazzle), quindi potrete immaginare la mia gioia quando sopraggiunge la notizia di un repair e vedo il suo nome come nuovo avversario. Come si è visto in stream, Mental Herb Amoonguss ha trasformato un match-up autoloss in autowin. Conoscendolo bene, ero sicuro giocasse Encore + Disable e quindi ho cercato di evitare di selezionare due volte di fila la stessa mossa, anche se mi è sfuggito dalla mente in un turno cruciale in cui avrebbe potuto fare la combo su Groudon (che avrei però potuto redirectare). In ogni caso, lui era costretto a farla su Amoonguss e l’attivazione della Mental Herb ha sigillato la partita.

Round 12 – Enrico Mostallino 

Sono stati due game molto lunghi e logoranti. Degno di nota l’aver concluso il G1 con un 3 vs 1, con i miei Pokémon tutti sotto il 5% di hp, e viceversa il G2, dove il mio Xerneas ha vinto un 1 vs 4 stando attento a non dargli mai il free switch per fare Fake Out + Haze.

Round 13 – Luca Marcato 

Contro il suo psychic spam è stata una gara a chi faceva le mosse più pazze. Ho perso G1 in fretta per un Roar a sorpresa sul suo Groudon, poi vinco G2. Al G3 ero finito in una situazione difficile, ma la ribalto con la Tailwind.

Round 14 – Melvin Keh 

Nonostante la swiss perfetta fino a quel momento, la cut non era ancora garantita. Vinco 2-0 un bel mirror e sigillo la seconda Top Cut su due internazionali giocati. Ne approfitto per ringraziare Melvin per il portachiavi da Singapore che mi ha donato.

Top 8 – Kimo Nishimura

Tra i vari tipi acciaio che accompagnano Rayogre, Ferrothorn è sicuramente il più fastidioso. Alla fine del G3 ero ad un passo dal perdere il secondo trofeo di fila e pure il paid per Columbus, mi sono visto scorrere tutta la vita davanti. Groudon e Amoonguss erano rimasti soli contro Koko Ferrothorn e dietro Kyogre, che però non poteva entrare in campo tranquillamente perché non avrebbe retto Earth Power + Grass Knot. Azzecco il primo turno non facendo Eruption, con Koko che protegge sul raddoppio e Ferro che fa Bulldoze. Azzecco il secondo turno facendo Eruption e prendendo il doppio KO. Entra Kyogre, che shotta Groudon, mentre proteggo Amoonguss aspettandomi un Ice Beam; si resta quindi 1vs1, entrambi al 70% di vita. Reggo con 12 hp (fondamentale quindi la spread, fossi stato 252 hp 4 spdef non avrei retto) e sporo. Primo turno di sleep, Grass Knot lo porta in range di un altro; tutto è ora in mano ad un lancio di moneta. Kyogre non si sveglia ed è Top 4. Dopo un finale da cardiopalma del genere, capirete perché l’aver perso in finale mi ha pesato molto meno di quello che avrebbe dovuto.

Top 4 – Wolfe Glick 

Ancora una volta, Mental Herb Amoonguss trasforma un autoloss in un autowin. Dovevo solo stare attento a non farmi shottare gratuitamente Amoonguss da un doppio target del tipo Sludge Bomb o Super Fang + Ice Beam e il più era fatto. 

Finale – Flavio Del Pidio 

Partiamo da alcune considerazioni. Flavio ha forse commesso l’errore di essere troppo sicuro di sé, dato che il match-up era unanimamente a suo favore, e si è ritrovato nel G3 in una situazione perdente 70/30* (vedi nota sotto). Ma ha preso il 50/50 e la sua vittoria è stata più che meritata,di questo gli do credito, ma spero almeno di essere stato un avversario più stimolante del previsto. So bene che molti spettatori avranno pensato che la Geomancy di Xerneas fosse più che telefonata (e infatti, in una situazione molto simile contro Ashton Cox, l’ho presa in pieno raddoppiando il cervo), ma vincere poi il 3 vs 1 contro Nihilego non sarebbe stato affatto banale. Dopo averci ragionato un po’ nei giorni successivi, ho pensato ad un plan che avrebbe funzionato a meno di enorme sfortuna, se avesse fatto Clear Smog, ma non sono sicuro che l’avrei trovato in soli 40 secondi. Il piano consisteva nel fare una seconda Geomancy e switchare Salamence (che era a -1 speed). Avrei perso solo in caso di crit su Groudon con la Z quel turno, oppure attaccando Xerneas e poi stallando la Tailwind con una tripla Protect. Per rendere le cose ancora più complicate, Nihilego poteva invece fare direttamente Sludge Bomb per shottare Xerneas anziché Clear Smog, prendendo così il Beast Boost e portando la partita ad uno spiacevole 50/50, se fare Protect + Tailwind o attaccare subito. Quando avevo ipotizzato quest’ultimo caso, credevo che il Nihilego di Flavio fosse max spatk, e che quindi avrebbe avuto un roll, seppur a mio favore, di shottare Xerneas. Avendo però solo 196 spatk, prendendo il roll massimo avrebbe lasciato il mio Xerneas ad esattamente 1 hp, rendendo questo scenario a mio favore (a meno di crit). Complessivamente, sono orgoglioso per come ho giocato la finale; per vincere avrei davvero avuto bisogno della perfezione assoluta.

*Questa percentuale viene dal 50% di indovinare se Xerneas avrebbe protetto o fatto Geomancy, e poi dal 60% circa (in attesa della sentenza definitiva di Gianluca Ghosty Grassi ) a suo favore di vincere il 2 vs 1, tenendo conto delle mosse che abbiamo scelto e delle percentuali di crit e roll da entrambe le parti. Moonblast + Eruption + Earth Power avrebbero fatto tra l’89% e il 106%, ma va tenuto anche conto del fatto che quello stesso Dazzling Gleam che ha crittato Xerneas ha anche preso il secondo roll più alto su Groudon, riducendo così il danno di Eruption di quel poco che sarebbe potuto essere decisivo.

G1 è andato esattamente come previsto, forzando lo scambio per sbarazzarsi di Nihilego il prima possibile. Poi, era solo questione di mettere il Tapu Fini di Flavio in range di Double-Edge di Salamence (probabilmente era un roll, ma di certo non potevo aspettarmi un Tapu Fini con natura bold) e cliccare Geomancy.

Sapevo che lo stesso plan non avrebbe funzionato due volte di fila, quindi ho deciso di improvvisare per il G2. Ho pensato che avrebbe potuto leaddare Nihilego e Rayquaza come aveva fatto contro Melvin Keh in Top 4; in quel caso la lead Salamence + Groudon poteva funzionare, facendo Tailwind e Protect. Questo è stato un ragionamento errato che avrei potuto benissimo evitare, sapendo per esperienza personale che è difficile portare Fini in un game e non leaddarlo. Era proprio vero che aveva leaddato in quel modo solo per paura di Shedinja. Sono quindi finito in una brutta posizione dopo che il Fini di Flavio ha retto Double-Edge e poi cancellato i boost del mio Xerneas con la mossa Nube, ma anche se l’avessi predictato (facendo Dazzling Gleam + Double-Edge su Rayquaza) non sarei stato in una posizione felice con il successivo ingresso di Nihilego. Più della medusa in sé, ciò che sbilancia totalmente il match-up a mio sfavore è la mossa Clear Smog, perché senza di essa non potrebbe fare granché di fronte ad uno Xerneas già boostato. Qualche turno più avanti, avrei potuto prendere facilmente il doppio KO con Double-Edge su Xerneas e Moonblast su Fini, ma poi sarei stato sweepato da Nihilego; ho quindi pianificato, come unica via d’uscita, di prendere il doppio KO con Hyper Voice (e col Light Screen settato non mi ha sorpreso il fatto che sarebbe servito un doppio crit), entrare con Incineroar per fare Fake Out + Tailwind e poi vincere l’eventuale tie (che effettivamente c’era) tra Nihilego e Incineroar in Tailwind per shottarlo con la Z. In realtà Salamence era in range di Extreme Speed, quindi non avrei avuto comunque alcun modo di vincere. A posteriori, avrei dovuto provare l’unica altra lead che aveva funzionato in preparazione della finale: Incineroar e Tapu Fini in modo tale da fare Fake Out su Nihilego e Light Screen fondamentale per reggere la Z; poi giocarsela tutta con Xerneas e Groudon dietro.

 

Conclusione e Ringraziamenti:

Lezioni imparate: primo, monitorare sempre le ultime novità dal Giappone, che loro ci sanno fare eccome; secondo, così come l’antimeta deve counterare lo standard, lo standard deve essere affinato alla perfezione per counterare i team nati col presupposto di batterlo. E forse questa è una sfida ancora più interessante, ma è chiaro che serve un certo livello di esperienza per andare oltre alla visione di 4-5 Pokémon uguali in ogni team e apprezzare le piccole, ma fondamentali, differenze.

Ringrazio gli amici con cui ho buildato e testato, perché prepararsi bene prima di un torneo fa tutta la differenza del mondo. Ringrazio gli amici con cui ho condiviso l’esperienza berlinese, perché non avrebbe senso viaggiare solo ed esclusivamente per premere due tasti sul Nintendo 3DS; infine, ringrazio tutti gli spettatori che hanno fatto il tifo per me e anche per Flavio, in particolare il pubblico italiano che ha superato ogni aspettativa in termini di numeri.

Prossime tappe, Columbus e Washington DC!
 

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento